Colomba pasquale: come utilizzare gli avanzi

 
Claudia
26 Aprile 2011
Commenta

avanzi colomba pasquale ricette

Proprio domenica, nel giorno di Pasqua, abbiamo parlato di come riciclare le Colombe avanzate, facendo riferimento principalmente alla Colomba classica, non farcita. Abbiamo visto un simpaticissimo modo per preparare dei gustosi muffin, oppure delle torte, alla frutta o al cioccolato. In realtà ci sono moltissime possibilità di riciclare un dolce semplice come la Colomba, proprio come succede con il Pandoro o con il Panettone.

Le Colombe che troviamo adesso in commercio sono farcite e ricoperte, limoncello, cioccolato, frutta, crema, e quindi anche per riutilizzarle in modi diversi dobbiamo farci venire in mente qualcosa che vada ad abbinarsi con i sapori già inseriti nel dolce pasquale. Vi propongo una ricetta che può andar bene sia per gli aromi al cioccolato che per quelli fruttati e che presuppone l’utilizzo della ricotta, tanto per cambiare, l’ingrediente onnipresente, ma deliziosamente preferito, delle feste pasquali.

Tagliate a tocchetti la vostra Colomba, passatela nel mixer a velocità minima per 20-30 secondi e stendete uno strato in una tortiera imburrata e infarinata. Approfittando della consistenza un po’ cremosa della Colomba, visto che era ricoperta e farcita da creme e glasse, che nel mixer si saranno ben sciolte, fate aderire la base di Colomba anche al bordo della tortiera (come se fosse la base di frolla per una crostata, per intenderci). Frullate della ricotta con lo zucchero e le uova, le quantità dipendono dalla grandezza della tortiera, da quanta Colomba era avanzata e quindi da quanto grande sarà la vostra torta… Versate il composto all’interno della base di Colomba e mettete il tutto in forno preriscaldato a 180°, per una trentina di minuti.

Aggiungete gocce di cioccolato o pezzi di frutta, abbinando anche questi ingredienti extra alla base di partenza delle vostra Colomba.

Se proprio volete esagerare potete completare il dolce alla ricotta, chiudendolo. Lasciatelo cuocere in forno, quindi aspettate che si raffreddi, in questo modo il composto di ricotta si sarà rappreso definitivamente. Bagnate con il liquore una parte di Colomba passata nel mixer che avrete tenuto da parte, quindi ricoprite la torta e mettetela in frigo per un paio d’ore prima di servirla.

Altra variante, se non avete voglia di utilizzare il forno. Sbattete insieme ricotta e zucchero, passate nel mixer la Colomba (va bene semplice, al cioccolato, al limoncello, alla crema) e unite poi anche la ricotta dolce. A questo punto fate delle palline con le mani e passatele nel cacao amaro o dolce, oppure nella farina di cocco, nelle codette di cioccolato o in quelle colorate, poi mettete in frigo per qualche ora. Vedrete che saranno dei dolcetti carinissimi anche per una festa.

Commenta!

Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

Trackbacks & Pingback
  1. Pasquale colombe | Questionhypoth
Articoli Correlati
Tartufo dolce di Alessandro Borghese

Tartufo dolce di Alessandro Borghese

Il tartufo dolce di Alessandro Borghese è un dessert imperdibile specie se, come me, adorate l’incontro tra la ricotta fresca, il cocco ed il cioccolato. Io non ho saputo resistere […]

Colomba pasquale al cioccolato fatta in casa

Colomba pasquale al cioccolato fatta in casa

Dite la verità, preparare la colomba in casa è il sogno di molti, ma realizzare da se e senza fatica una colomba al cioccolato regala una soddisfazione unica. Non tutti, […]

Bon bon al cioccolato con colomba pasquale

Bon bon al cioccolato con colomba pasquale

Proseguono i miei tentativi di dare una degna fine all’esistenza delle colombe pasquali. A meno che non sia ricoperte di glasse o farcite con creme varie, troppo spesso vanno irrimediabilmente […]

Ricette dolci per Pasqua: la torta siciliana

Ricette dolci per Pasqua: la torta siciliana

Restando sulla scia dei periodi di festa come la Pasqua e il Natale (ma potremmo inserire anche Ferragosto, e via via scendere nei particolari delle feste varie, che di solito […]