Strudel con mele, cioccolato e noci

 

26 febbraio 2018
0 commenti

Mele, cioccolato, uvetta e noci sono gli ingredienti principali dello strudel con mele, cioccolato, uvetta e noci. È un dolce semplice da preparare a base di pasta sfoglia e con un ricco ripieno di mele, cioccolato e noci.

strudel vegano di pere e fichi, strudel

Per una versione più ricca potrete anche aggiungere della panna montata insieme alla vostra porzione di strudel. Per quanto riguarda la pasta sfoglia avrete due possibilità.

Strudel con mele, cioccolato e noci





Per la sfoglia: | farina tipo 00 250 g, acqua 100 ml, sale, un uovo medio, 25 grammi di olio di semi di mais | Per il ripieno: | un chilo di mele renette, un limone, 100 grammi di uvetta, 100 grammi di gocce di cioccolato, 100 grammi di noci, marsala, cannella
Per preparare la pasta sfoglia, sistemate la farina a fontana sul piano di lavoro e aggiungete il sale e l'uovo al centro. Cominciate a impastare e aggiungete gradualmente anche l'olio di mais e l'acqua tiepida.
Mescolate e amalgamate bene tutti gli ingredienti fino a quando non avrete ottenuto un panetto liscio e omogeneo. Lasciatelo riposare per 30 minuti all’interno di una ciotola e spennellatelo con un po’ di burro fuso o all’interno di un pentolino o nel microonde.
Riprendete l’impasto e stendetelo su un canovaccio infarinato per creare una sfoglia sottilissima utilizzando il matterello. Continuate a tirare fino ad ottenere una sfoglia molto sottile.
Nel frattempo preparate anche il ripieno. Preparatele le mele: sbucciatele e tagliatele a fettine, insaporite con la cannella e il succo di limone e lo zucchero. Aggiungete anche le gocce di cioccolato.
Tritate grossolanamente le noci, aggiungete anche l'uvetta ammollata per 15 minuti nel marsala e poi successivamente strizzata. Lasciate tostare il pangrattato nel burro.
Spennellate la sfoglia preparate con il burro fuso, aggiungete anche pangrattato tostato e aggiungete anche le mele. Con l’aiuto di un canovaccio arrotolate la sfoglia partendo dal lato più lungo e formate lo strudel. Sigillate per bene le estremità e trasferite lo strudel su una teglia rivestita con la carta da forno. Spennellatelo ancora con un po’ di burro fuso e infornatelo a 180 gradi per circa 55 minuti. Non appena sarà cotto sfornate il vostro strudel di mele, lasciatelo intiepidire e spolverizzatelo con lo zucchero a velo.

[photo courtesy of thinkstock]

Potrete preparare in casa la vostra pasta sfoglia con l’uso di pochi ingredienti, la farina, l’acqua, il sale, un uovo e l’olio di semi di mais. Per la preparazione più veloce del vostro strudel potrete anche utilizzare un rotolo di pasta sfoglia pronta. Non dovrete fare altro che srotolare la pasta sfoglia pronta e poi disporla sulla teglia: farcitela con il resto degli ingredienti e lasciatelo cuocere in forno.

 

 

 

STRUDEL CON LE NOCI DEL FRIULI

MINI STRUDEL CON I FICHI SECCHI

STRUDEL VEGANO DI FICHI E PERE

Commenta!

Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

Articoli Correlati
Millefoglie di strudel

Millefoglie di strudel

Viene da Detto Fatto ed è il perfetto incrocio tra due dei dolci più apprezzati della pasticceria italiana e non solo. Sto parlando della millefoglie di strudel. Strati di pasta […]

Strudel alle more

Strudel alle more

Pronti per una golosa rivisitazione del classico strudel di mele? Ecco allora quello alle more. Frutti di stagione, non possono non essere sfruttati per la preparazione di golosi dessert e […]

Strudel alla marmellata di Cotto e Mangiato

Strudel alla marmellata di Cotto e Mangiato

Avete presenti quei giorni in cui venite colti da una voglia irrefrenabile di dolce e vorreste soddisfarla sul momento nella maniera più semplice e veloce possibile? Bene, lo strudel alla […]

Strudel di mele di Cotto e Mangiato

Strudel di mele di Cotto e Mangiato

Avevo in casa delle mele da consumare ed anzichè optare per la solita torta ho voluto preparare uno strudel di mele, ma non uno qualsiasi, quello di Cotto e Mangiato, […]