Crostata di Grenoble, la ricetta di Luca Montersino

 

5 Agosto 2019
0 commenti

La crostata di Grenoble di Luca Montersino è la ricetta giusta da provare in estate, la rielaborazione di un dolce da  forno dal sapore un po’ rustico.

crostata di Grenoble, crostata con mostarda bolognese, Crostata vegana Cotto Mangiato

La ricetta proposta però diventa particolarmente elegante e arricchita con la crema di noci, panne e miele a decorare la tradizionale pasta frolla aromatizzata alla vaniglia.

Crostata di Grenoble, la ricetta di Luca Montersino





Crema alle noci: | 35 g Miele di acacia - 240 g Zucchero - 75 g Acqua - 250 g Panna - 300 g Noci | Per la pasta frolla: | 250 g Zucchero a velo - 250 g Tuorli - 250 g Burro - 250 g Farina 0 - 1 bacca Vaniglia
Preparate il caramello, Mettete all’interno di un pentolino già caldo lo zucchero e lasciate sciogliere, ma senza mescolare. Non appena il caramello è pronto aggiungete anche il miele scaldato e lasciate caramellare. Aggiungete anche la panna calda un po’ alla volta.
Spegnete la fiamma e poi aggiungete anche le noci tritate in modo alquanto grossolano. Mescolate bene e lasciate raffreddare il composto all’interno di una recipiente.
Ora preparate la pasta frolla. Mescolate all’interno di una planetaria gli ingredienti per la pasta frolla, la farina, lo zucchero a velo, il burro morbido tagliato a pezzi, la vaniglia in bacche.
Non appena la farina avrà assunto un aspetto sabbiato potrete aggiungere anche i tuorli a filo continuando ad impastare. Stendete con le mani la frolla sulla carta forno e lasciate riposare in frigorifero per almeno 30 minuti circa.  Trascorsi i 30 minuti spennellate sulla frolla la miscela a base di panna e tuorlo.
Create delle righine ondulate alla superficie e lasciate riposare in frigorifero. Stendete la frolla con il mattarello fino a uno spessore di 12 cm e foderate uno stampo imburrato. Farcite la pasta frolla con il ripieno al caramello e aggiungete sopra le strisce di frolla formando la classica griglia. Lasciate riposare in frigo.
Infornate per 25 minuti a 170° C controllando via via la cottura. Non appena la torta è cotta e fredda toglietela dallo stampo e poi la superficie con la gelatina prima di servirla magari accompagnato dalla panna montata.

[photo courtesy of THINKSTOCK]

L’aspetto più raffinato della ricetta deriva anche dal fatto che la superficie della torta viene decorata con della gelatina neutra e non colorata. Potete anche preparare non solo una crostata unica, ma anche delle mini crostatine tutte da assaporare per la merenda o da servire con il caffè.

CROSTATA CON ZENZERO E CIOCCOLATO 

CROSTATA CON FROLLA, PISTACCHIO E CREMA

CROSTATA CON RISO SOFFIATO E CIOCCOLATO

 

Commenta!

Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

Articoli Correlati
Siamo spiacenti ma al momento non esistono articoli correlati per Crostata di Grenoble, la ricetta di Luca Montersino.