Come fare la pasta choux o bignè

 

5 marzo 2012
Comments

Come fare pasta choux bignè

Si avvicina anche la festa del papà, da che mi ricordi il 19 marzo di ogni anno ho sempre preparato qualche dolcetto per festeggiarla. Solitamente si tratta delle zeppole o delle sfince. Quest’anno non so ancora, probabilmente riproporrò una delle due, ma quello che conta è la base, la pasta choux o bignè, una pasta neutra che serve principalmente per fare i bignè, sia dolci che salati, ma anche dei dolci fritti, come appunto le zeppole.

Pasta choux





125 gr. farina | 125 gr. acqua | 125 gr. burro | 4 uova | 1 pizzico sale
Versare in un pentolino dal fondo spesso l'acqua ed il burro. Aggiungere anche il sale.
Una volta sciolto il burro aggiungere la farina tutta in una volta e mescolare energicamente fino a quando inizia a staccarsi dalle pareti..
Togliere dal pentolino e versare in una ciotola. Aggiungere le uova una alla volta mescolando energicamente.
Versare il composto in una sac a poche e disporre dei mucchietti di impasto sulla placca da forno imburrata ed infarinata e trasferire in forno caldo a 200 C° per 10 minuti circa o comunque fino a quando non risultano dorati.

[photo courtesy of Thinkstock]

Come fare pasta choux bignè

La pasta choux (o bignè) è facilissima da preparare, si parte dal versare in un pentolino (preferibilmente dal fondo spesso per non fare attaccare il composto) l’acqua con il burro. E’ preferibile versare il burro direttamente a pezzi molto piccoli per evitare che l’acqua inizi a bollire ed il burro sia ancora tutto da sciogliere.

Una volta completamente sciolto il burro si versa, rigorosamente tutta in una volta, la farina, e si mescola da subito energicamente fino a quando il composto inizia a staccarsi dalle pareti. A questo punto il pentolino si toglie subito dalla fiamma ed il composto va versato in una ciotola. In questa ciotola vanno versate le uova, uno alla volta, e solo quando quello precedente è stato completamente amalgamato. Il composto, con l’aiuto di un sac a poche, deve essere disposto a mucchietti distanziati tra loro per evitare che in cottura si tocchino.

Commenta!

Commenti

  1. […] crema al caffé che piace quasi a tutti. Vi abbiamo già parlato di preparazione di bigné e pasta choux, quindi sono sicura che ormai questi dolcetti non hanno più segreti per voi. Aggiungiamoci un […]

  2. […] Il paris brest è un dolce creato da Maître Giffard che gli fu appositamente commissionato dall’ideatore della gara per celebrare la Francia e lo sport. Vediamo come prepararlo con la ricetta proposta da chef Palmieri di Alice (qui un’altra ricetta della pasta choux). […]

Articoli Correlati
YARPP
I bignè con il bimby diventano ancora più facili da preparare

I bignè con il bimby diventano ancora più facili da preparare

Nonostante non si tratti di una ricetta particolarmente complicata, anche se ammetto che inizialmente mi ha fatto penare non poco, come quando ricordo di aver buttato un’intera teglia di bignè […]

Dolci natalizi, il croquembouche di Salvatore de Riso

Dolci natalizi, il croquembouche di Salvatore de Riso

Salvatore de Riso lo conoscerete un pò tutti, soprattutto se condividete il nostro amore per i dolci e la pasticceria. E’ il pasticcere che allieta letteralmente i sabati mattina della […]

Le più belle torte di compleanno per bambini e la base perfetta

Le più belle torte di compleanno per bambini e la base perfetta

Giusto ieri pensavo che siamo giunti a settembre, tempo di scuola, di compiti, ma anche di merende tra compagni e soprattutto di feste di compleanno dei bambini. Sono certa che […]

La torta alle carote, nocciole e noci per la merenda dei bambini

La torta alle carote, nocciole e noci per la merenda dei bambini

Se penso ad una merenda per bambini salutare ma invogliante, mi vengono in mente le tortine di carote di una nota marca di merendine. Mi sono sempre piaciute ma sono […]

Sacher torte

Sacher torte

Dopo tante richieste in particolare di Lisa, Micol e Mademoiselle ho deciso di presentare la ricetta della Sacher Torte!!! Il dolce austriaco per ecccellenza quello che mi fa pensare a […]