Torta mimosa: la ricetta originale

 

28 febbraio 2012
Comments

Torta mimosa ricetta originale

Archiviato ormai il carnevale, si pensa alla prossima ricorrenza, la festa della donna. E come ogni 8 marzo che si rispetti, non può mancare il dolce simbolo, ovvero la torta mimosa, nella sua versione classica e originale. Come per San Valentino anche per la festa della donna il mio pensiero non cambia, per molte ragioni credo che si tratti più che altro di una trovata commerciale: le mimose da regalare, le uscite tra amiche, insomma, un pretesto per festeggiare che forse mette in secondo piano il vero significato dell’8 marzo.

Torta mimosa





Per il pan di spagna: 5 uova | 150 gr. zucchero | 150 gr. farina | 1/2 bustina lievito per dolci (facoltativo) | 1 pizzico sale | Per la crema pasticcera: 4 tuorli | 1/2 lt. latte | 150 gr. zucchero | 50 gr. farina | 1/2 baccello vaniglia | 200 ml panna da montare | Per la bagna: 100 ml acqua | 50 ml cointreau | 50 gr. zucchero
Iniziare preparando il pan di spagna versando in una terrina le uova e lo zucchero. Montare almeno per 20 minuti, trascorso questo tempo aggiungere gradatamente la farina setacciata con il lievito ed il sale mescolando al basso verso l'alto. Versare in una tortiera da 24 cm di diametro imburrata ed infarinata e cuocere in forno preriscaldato per 25 minuti circa a 180 C°.
Preparare la crema pasticcera montando i tuorli con lo zucchero, aggiungendo la farina e unendo a filo il latte scaldato con la vaniglia mescolando in continuanzione sul fuoco fino a quando non si addensa. Tenere da parte per fare raffreddare.
Una volta fredda aggiungere la panna montata delicatamente. Preparare la bagna mettendo sul fuoco l'acqua con lo zucchero fino ad ottenere uno sciroppo. Una volta intiepidito aggiungere il liquore.
Tagliare in due il pan di spagna ormai freddo e scavare l'interno ottenenendo delle briciole di composto da tenere da parte. Bagnare l'interno con la bagna, farcire con la crema tenendone un pò da parte per la superficie. Ricoprire con il disco di pan di spagna, bagnarlo con un pò di bagna, spalmarlo di crema e fare aderire bene in maniera uniforme le briciole.

[photo courtesy of Thinkstock]

Tornando alla torta mimosa, se l’avete già assaggiata saprete che si tratta di una golosissima torta farcita con un ripieno da sballo, una crema pasticcera arricchita con della panna e una bagna al liquore che nella ricetta originale è il Cointreau, ma che io spesso sotituisco con del limoncello.

Quando andrete a dividere in due il pan di spagna che costituisce la base, dovrete asportare della mollica che andrà tagliata a cubetti per costituire la decorazione finale. L’effetto, che ricorda molto le mimose, da il nome a questo splendido dolce. La preparazione della torta mimosa non è velocissima e neanche troppo facile, ma con la dovuta pazienza otterrete un dolce per la festa della donna degno delle migliori pasticcerie.

Commenta!

Commenti

  1. rachele scrive:

    Buonissima..grazie mille per questa ricetta

    1. Ishtar scrive:

      @rachele: Contenta che ti piaccia, fammi sapere se l’hai provata o se la proverai 🙂

Articoli Correlati
YARPP
La torta mimosa all’ananas di Cotto e Mangiato

La torta mimosa all’ananas di Cotto e Mangiato

Dopo avere visto come si prepara la torta mimosa originale, oggi andiamo a scoprire la versione di Benedetta Parodi, presentata ormai qualche tempo fa su Cotto e Mangiato. Come ben […]