I tortelli di carnevale di Cotto e Mangiato

 

18 febbraio 2012
0 commenti

tortelli carnevale Cotto Mangiato

Siamo entrati nel vivo del Carnevale, la festa forse più amata dai bambini insieme al natale. Devo ammettere che pur non entusiasmandomi le varie feste, il carnevale mi piace da sempre, fin da piccola. Soprattutto la associo ai vari dolci che possono essere preparati (e ti pareva, direte voi, ma che volete farci sono troppo golosa). Quasi tutti i dolci tipici di Carnevale sono fritti, ed anche i tortelli di carnevale di Cotto e Mangiato non si smentiscono. Ma la loro forza sta nel ripieno: contengono la nutella! 

tortelli di carnevale





150 gr. farina | 2 cucchiaio zucchero | 1 bustina vanillina | 1 uovo | 30 gr. burro sciolto | q.b. nutella
Versare in una ciotola la farina 00, lo zucchero, la vanillina, l'uovo e il burro liquefatto. Mescolare bene con un cucchiaio poi impastare con le maniIn una ciotola unire la farina, lo zucchero, la vanillina, l'uovo e il burro. Mescolare bene e poi impastare energicamente con le mani.
Creare con la pasta delle sfoglie larghe 10 cm con l'aiuto del mattarello o se preferite con la macchina per tirare la pasta.
Stendere le sfoglie ottenute e disporre un cucchiaino di Nutella al centro della pasta ogni 5/6 cm.
Chiudere la sfoglia su se stessa e ricavare i tortelli.
Friggerli in abbondante olio bollente facendo attenzione a che risultino dorati. Scolarli su carta assorbente e cospargere a piacere con dello zucchero a velo.

[photo courtesy of Thinkstock]

Nel caso in cui non vi piacesse o la preferiste ad altro, utilizzate della crema pasticcera, della marmellata o del semplice cioccolato a pezzi, i tortelli risulteranno altrettanto golosi. Inutile dire come appena preparati sono spariti in un batter d’occhio, ma meglio così perchè sono molto più buoni appena cotti, anzi, con il passare del tempo perdono un po’ in friabilità. E poi, volete mettere un ripieno invitante di nutella calda? Pura goduria.

I tortelli di carnevale non hanno bisogno di grande abilità, non devono lievitare e sono pronti in poco tempo. L’unica seccatura, se così si può definire, è che la pasta deve essere stesa molto sottilmente. Se non avete dimestichezza con il mattarello, utilizzate la macchina per stendere la sfoglia fresca.

Commenta!

Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

Articoli Correlati
I cornetti al cioccolato di Cotto e Mangiato

I cornetti al cioccolato di Cotto e Mangiato

Chissà quante volte vi è venuta voglia di mangiare un cornetto al cioccolato ma avete dovuto rinunciare per via delle fatto che la preparazione sia veramente troppo lunga. A me […]