Un passepartout per natale, la crema ganache montata di Maurizio Santin

 

13 Novembre 2010
0 commenti

Pensando al natale mi vengono in mente tanti dolci golosi, panettoni farciti, rotoli, torte, biscotti, cupcakes. Tutti dolci che hanno come punto in comune una farcitura di crema. Proprio per questo motivo ho pensato di proporvi la ricetta della crema ganache montata di un maestro in fatto di pasticceria, il grande Maurizio Santin. La crema ganache è la crema che preferisco in assoluto: innanzitutto è completamente a base di cioccolato, e già solo questo punto per me sarebbe sufficiente, inoltre è versatile, la si può lasciare più o meno consistente a seconda che serva per la copertura di un dolce o per la sua farcitura, è facile da preparare, ha una consistenza soffice che si scioglie in bocca ed infine si può aromatizzare a scelta, vaniglia, arancia, mandorla, caffè.

Dulcis in fundo la si può preparare con il tipo di cioccolato preferito: fondente, al latte e addirittura bianco. A volte capita che dopo aver preparato una torta od un rotolo non sappia come farcirlo, bene la crema ganache è venuta più volte in mio soccorso. Ed anche adesso che ci avviciniamo ad un periodo ricco di feste e di occasioni speciali, potrete utilizzarla ad esempio per farcire pandori e panettoni o biscotti preparati per natale.

Ganache montata





230 gr. panna liquida fresca | 25 gr. glucosio | 25 gr. miele di acacia | 180 gr. cioccolato fondente al 70% | 450 gr. panna liquida fresca fredda
Mettere a bollire i 230 gr di panna con il glucosio ed il miele di acacia. A parte fondere il cioccolato fondente.
Versare sul cioccolato fuso, a poco a poco, la panna calda e mescolarla con una spatola di gomma. Lavorare fino a che non si ottiene una crema vellutata.
Versare sopra questa crema i 450 gr di panna fredda. Amalgamare bene, coprire la ciotola con della pellicola a contatto e conservare in frigo preferibilmente per tutta la notte.
Montarla leggermente e arricchirla con degli aromi a piacere.

[photo courtesy of edwardkimuk]

La preparazione della crema ganache montata è semplice: basta far scaldare la panna in un pentolino con il glucosio ed il miele, versarla sul cioccolato precedentemente fuso e mescolare bene per fare in modo che si ottenga  una crema omogenea e liscia. Aggiungere a questa la panna fredda, rimescolare e porre in frigo per una notte intera così che il giorno dopo sia pronta per essere montata. Ovviamente gli ingredienti utilizzati devono essere di massima qualità quindi scegliete della panna fresca, del cioccolato fondente al 70 % e, se optate per l’aroma di vaniglia, una stecca di vaniglia.

Articoli Correlati
Biscotti al cioccolato per natale 2010, i thumbprint

Biscotti al cioccolato per natale 2010, i thumbprint

In giro per la rete sono più comunemente noti come i biscotti al cioccolato migliori del mondo, e, secondo me, lo sono davvero. Quando ho visto per la prima volta […]

Il tronchetto al torrone per un dolce natale 2010

Il tronchetto al torrone per un dolce natale 2010

Un altro dolce strettamente natalizio oggi, il tronchetto al torrone ricoperto di crema ganache. Si tratta di un dolce libidinoso dal sapore eccezionale. Un incontro di pan di spagna, torrone […]

Un dolce classico di natale in versione mini, i panettoncini con l’uvetta

Un dolce classico di natale in versione mini, i panettoncini con l’uvetta

Quale dolce vi fa pensare immediatamnete al natale? A me senza dubbio il panettone (anche se preferisco di gran lunga il pandoro). Il panettone è il dolce lievitato che rievoca […]

Dolci senza uova e glutine, i tartufi alle castagne

Dolci senza uova e glutine, i tartufi alle castagne

Saranno pure senza uova e senza glutine questi tartufi, ma costituiscono ugualmente l’apoteosi del gusto. Che poi, quando in una ricetta troviamo la parola senza, ci lasciamo un pò suggestionare, […]

Crema di nocciole senza latte, uova e glutine

Crema di nocciole senza latte, uova e glutine

Sono contenta di aver trovato e sperimentato la ricetta di questa crema di nocciole. Pur non soffrendo di intolleranze, sto attenta alla mia alimentazione cercando di conciliarla con la mia […]