La classica torta di compleanno per i bambini

 

19 ottobre 2010
2 commenti

Con l’inizio della scuola scuola sono sicura che saranno iniziati gli inviti alle feste di compleanno. Mamme, rassegnatevi, mi rivolgo soprattutto a chi ha bambini molto piccoli, vedrete quante feste dovrete organizzare. Ma ogni festa è motivo di gioia, oltre che di lavoro in cucina, e con organizzazione e buona volontà riuscirete ogni volta a cavarvela alla grande. Il pezzo forte di ogni festa di compleanno che si rispetti è la torta, ed oggi vorrei proporvi la ricetta di quella classica.

La classica torta di compleanno a cui mi riferisco è costituita da un pan di spagna tagliato in tre strati e farcito con una o due creme di vostro gusto, di solito una crema pasticcera ed una crema al cioccolato, ricoperto e decorato con panna montata e l’eventuale aggiunta di zuccherini, codette o ostie alimentari. Per organizzarvi al meglio con la preparazione della torta di compleanno vi consiglio di portarvi avanti con il lavoro già il giorno prima: preparate il pan di spagna e mettetelo da parte ben coperto: questa operazione non solo agevolerà voi facendovi guadagnare del tempo, ma sarà utile anche per il fatto che la nostra base per la torta avrà il tempo di riposare per raggiungere la giusta compattezza.

A questo punto è il momento della crema (o delle creme se decidete di creare due strati diversi). Queste potete prepararle la mattina in modo che abbiano il tempo di raffreddarsi. Nella tarda mattinata potrete così dedicarvi al montaggio della torta: prendere il pan di spagna, tagliarlo in tre strati, inumidirli bene con una bagna che, se è destinata ai bambini, preparerete senza l’aggiunta di liquore (potete optare per latte e cioccolato, per uno sciroppo di acqua e zucchero o ancora per succo di frutta), ed a questo punto spalmerete sugli strati le creme.

Torta di compleanno





1 pan di spagna già pronto | Per la crema pasticcera: 1/2 lt di latte | 4 uova | 100 gr. zucchero | 75 gr. farina | 1 bacca di vaniglia | Per la crema al cioccolato: 50 gr di cioccolato fondente | 50 gr. cacao amaro | 25 gr. farina | 2 tuorli | 1/2 lt. latte | 75 gr. zucchero | Sciroppo di acqua e zucchero per la bagna
Per la crema pasticcera: separate i tuorli dagli albumi. Scaldate il latte in un pentolino e unitevi la stecca di vaniglia spaccata in due per il lungo.
Unite lo zucchero ai tuorli e mescolate bene. Unite la farina e mescolate bene con una frusta. Togliete la stecca dal latte e versatelo nel pentolino coi tuorli. Mescolate subito e per tutta la cottura fino a quando la crema non si sarà rassodata.
Per la crema al cioccolato: sbattete i tuorli con lo zucchero fino ad avere un composto omogeneo, aggiungete il cacao al composto di uova e zucchero, continuate a mescolare aggiungendo qualche cucchiaio di latte.
In una pentola mettete il latte a scaldare. Incorporate anche la farina al composto di uova e continuate a mescolare, aggiungendo, se necessario qualche cucchiaio di latte. Versare questo composto dentro il latte su fuoco dolce e mescolare, quando la crema sta per rapprendersi aggiungere il cioccolato fondente e mescolare fino a quando non si sarà sciolto completamente.
Dividere il pandispagna in 3 strati, bagnarli con lo sciroppo di acqua e zucchero e farcire uno strato con la crema pasticcera ed uno con quella al cioccolato.
Dopo aver ricomposto la torta ricoprirla di panna motata e successivamente decorarla con una sac a poche sempre con la panna e con confetti o codette colorate, con scritte con cioccolato fuso e con quello che più vi piace.

[photo courtesy of Meladoro]

Ricoprirete tutta la torta di panna montata prima creando uno strato uniforme e poi con la sac a poche le varie decorazioni come ad esempio i fiorellini e l’ostia alimentare di hello kitty. In frigo per 3 ore e la torta di compleanno sarà pronta da gustare in compagnia!

Commenta!

Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1simona

    siccome il compleanno e’ di sabato posso fare la torta il giorno prima gia farcita e con la panna montata e poi messa in frigorifero?

    5 Mar 2012, 11:29 am Rispondi|Quota
  • #2Ishtar

    @ simona:
    Ciao Simona, si, puoi prepararla il giorno prima. Magari lascia per l’ultimo momento le decorazioni finali come l’ostia ed i ciuffi di panna 🙂

    6 Mar 2012, 2:31 pm Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Una ricetta per i muffin ai mirtilli - Torte al Cioccolato
  2. Quando la torta di nozze si preparava in casa | Torte al Cioccolato
Articoli Correlati
Dolci per capodanno? I cheese cake pops

Dolci per capodanno? I cheese cake pops

Quello che colpisce immediatamente è il loro aspetto: sembrano tanti piccoli lecca lecca ricoperti di cioccolato e palline colorate, così festosi ed allegri che mettono di buon umore solo a […]

La merenda per i bambini, la torta della nonna con crema al limone

La merenda per i bambini, la torta della nonna con crema al limone

Oggi è la volta di un classico rivisitato, la torta della nonna con crema al limone. Sicuramente la conoscerete già in molti, con il ripieno a base di crema pasticcera, come […]

Ricette per Halloween, i cupcakes ragnatela

Ricette per Halloween, i cupcakes ragnatela

Il nome sicuramente non vi invoglierà a mangiarli, ma se pensiamo che la ragnatela in questione è costituita da cioccolato fuso, forse un pensierino ce lo farete volentieri, no? Eh […]

Quattro quarti alla vaniglia per la merenda dei bimbi, il sapore della semplicità

Quattro quarti alla vaniglia per la merenda dei bimbi, il sapore della semplicità

Sono da sempre un’amante dei sapori semplici. Sono fermamente convinta che non sempre la vera golosità è accompagnata da un aspetto trionfale o da una preparazione piuttosto elaborata. Anzi, credo […]

Torte per bambini, il dolce morbido al cioccolato e lamponi di Nigella

Torte per bambini, il dolce morbido al cioccolato e lamponi di Nigella

Prima di iniziare con le delucidazioni su questa fantastica (a dir poco)  torta morbida al cioccolato e lamponi, vorrei, per chi non la conoscesse giá, spendere due parole sull’autrice di questo […]