Pera, frutto cremoso per torte e farciture

 
Manuela Bianchi
30 Agosto 2011
Commenta

Pera

La pera è il frutto che nasce dall’albero omonimo (Pyrus Communis), un arbusto appartenente alla famiglia delle Rosaceae caratterizzato da medie dimensioni, radici molto profonde e una predilezione per i climi temperati, qualità che lo rende inadatto sia alle alte che alle basse temperature. Individuato anticamente in Europa occidentale, Africa settentrionale e Asia, pur avendo fatto la sua prima comparsa come pianta spontanea il pero attualmente è intensivamente coltivato e se ne contano fino a 4000 varianti differenti.

In Italia le colture sono particolarmente concentrate in Romagna, Veneto, Piemonte e Trentino: la maturazione del frutto avviene nei mesi che vanno da giugno a settembre, e le varietà più diffuse sono la pera William (classica oppure rossa), quella Decana, quella Abate e infine la Conference. Quanto all’apporto calorico, 100 gr di pera forniscono all’organismo 30-35 calorie: la polpa del frutto si presenta ricca di fibra insolubile, di potassio, ed ha inoltre un alto potere saziante, cosa che rende questo frutto indicatissimo per concludere e completare un pasto molto leggero.

La pera è un frutto che si ammacca facilmente, e per questo motivo l’accortezza migliore da seguire è quella di comprarle ancora piuttosto dure e lasciarle maturare del tutto a casa: la pera, infatti, matura meglio dopo essere stata colta, inoltre la sua maturazione casalinga può essere accellerata mettendo le pere in un sacchetto di carta di quelli marroni (avendo cura di lasciarle a temperatura ambiente). Facendo così, nello spazio di 2-5 giorni al massimo saranno morbide al punto giusto per essere mangiate.

Nutrizionalmente, un punto forte della pera sta nella sua buccia, ricca di peptina: quest’ultima merita di avere particolare rilievo perché, una volta assunta, si converte in una sostanza viscosa che ha la preziosa capacità di legarsi al colesterolo cattivo ed aiutare quindi la sua espulsione dall’organismo. In cucina, la polposità della pera rende questo frutto molto versatile soprattutto in forneria e pasticceria: crostate, gelati, semifreddi, frullati, plumcake, farciture, marmellate, torte…e chi più ne ha più ne metta!

Commenta!

Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

Articoli Correlati
Torta alla marmellata di arance

Torta alla marmellata di arance

Rieccomi con la ricetta della torta alla marmellata di arance. Dato il mio debole per tale tipologia di marmellata non potevo fare altro che provarla, non fosse altro che per […]

Dolcetti di marzapane di San Valentino

Dolcetti di marzapane di San Valentino

Buon San Valentino a tutti. Come lo trascorrerete? Fate parte della categoria romantici o di quella degli insofferenti? Ad ogni modo ogni occasione è buona per preparare dei golosi dolcetti […]

Banana, un morso di dolcezza nutriente

Banana, un morso di dolcezza nutriente

La banana è un frutto che nasce da un tipo di pianta appartenente alla famiglia delle Musaceae. Originaria del Sud-est asiatico e in particolare dell’Indonesia, molto anticamente la si localizza […]

Fico, ricaricatore naturale senza colesterolo

Fico, ricaricatore naturale senza colesterolo

Il fico (ficus carica) è un frutto che può decisamente dirsi un ottimo amico del cuore, perché molto ricco di polifenoli, ovvero antiossidanti naturali particolarmente utili nel contrastare affezioni di […]

Pesca, il frutto sacro dell’infanzia

Pesca, il frutto sacro dell’infanzia

La pesca è il frutto dell’albero di pesco, che fa parte dell’ordine Prunus, come l’albicocco, e il nome specifico della sua specie è Prunus Persica. Parlando di pesche apriamo immediatamente […]