Ultimi Articoli

Dolci senza glutine, i biscotti di riso

11 dicembre 2010 di Ishtar
Dolci senza glutine, i biscotti di riso

Ho già parlato della mia predilezione per la farina di riso. La trovo delicata, versatile e regala ai dolci in cui viene utilizzata un sapore unico. La farina di riso inoltre permette di preparare dolci senza glutine adatti per gli intolleranti senza però farne risentire in bontà. In particolare i biscotti di riso rientrano tra i miei preferiti: sono perfetti sia inzuppati nel latte che nel thè ma comunque ideali per ogni momento della giornata in cui si abbia bisogno di un dolcetto. I biscotti di riso si preparano seguendo i procedimento della maggior parte dei biscotti di frolla. Ovvero disponendo la farina di riso sul piano di lavoro e mettendo al centro il burro, lo zucchero di canna, l’uovo, ed il resto degli ingredienti. A questo punto l’impasto dovrà essere lavorato molto velocemente e quindi non troppo a lungo dato che si tratta pur sempre di una pasta frolla seppur senza farina 00.Continua a leggere

Dolcetti deliziosi al cocco e cioccolato

11 dicembre 2010 di marinagalatioto
Dolcetti deliziosi al cocco e cioccolato

Questi deliziosi dolcetti al cocco ricoperti di cioccolato sono perfetti da accompagnare a dessert cremosi e soffici, ma anche da soli. Insieme a del vino dolce, oppure per i bambini a del succo di frutta, oppure del tè, sono occasione di festa. Piccoli come noci possono essere preparati in una quarantina di minuti, si conservano per un giorno e rappresentano anche un bel dolcetto da offrire agli ospiti. L’ingrediente base di questa ricetta è, come si può facilmente intuire, il cocco, poi tuffato nel cioccolato fuso e ricoperto. Con le dosi riportate nella ricetta si riescono a fare circa ventiquattro dolcetti al cocco.Continua a leggere

La passione per il cioccolato e i muffin super golosi

10 dicembre 2010 di Claudia
La passione per il cioccolato e i muffin super golosi

Tre è il numero perfetto“, così dicono, così crediamo, così è se vi pare, insomma, pare che seguire alcune basilari, scontate e popolari regole di numerologia possa servire anche nella vita quotidiana, e potremmo metterci a disquisire sull’astrologia, la cromoterapia, la pet teraphy e tutte quelle scienze, credenze, passioni e convinzioni che dividono, separano e fanno del popolo un avido masticatore di inganni e certezze, paure e appurati benefici. Ma qui parliamo di cucina, e quindi le mie opinioni sulle citate scienze (anche se citando proprio quelle qualcosa ho comunque espresso!) non sono così importanti, e ritorniamo al numero 3. Tre cioccolati, al latte, bianco e amaro, 2 consistenze, in polvere e in gocce, 1 risultato: la passione per il cioccolato che si scioglie in bocca morso dopo morso, proprio come questi golosissimi muffin al triplo cioccolato!Continua a leggere

Decorazioni per natale 2010, il cioccolato plastico

10 dicembre 2010 di Ishtar
Decorazioni per natale 2010, il cioccolato plastico

Dopo la pasta di zucchero ed il marshmallow fondant non potevamo non parlare del cioccolato plastico, un altro elemento ideale per la decorazione delle nostre torte e dei nostri dolci natalizi. Il cioccolato plastico è semplicissimo da preparare e facilmente modellabile, si conserva avvolto da pellicola trasparente, e, utilizzando il cioccolato bianco, si può anche colorare. Il cioccolato plastico può essere utilizzato per la creazione di decorazioni tipo fiori, fiocchi, animaletti, ma anche babbi natale e soggetti natalizi, e tutto quello che vi suggerisce la fantasia. Solitamente la ricetta per la preparazione del cioccolato plastico  prevede la presenza del glucosio. Non trovandolo così facilmente, ho optato per una versione della ricetta con al suo posto, il miele. Per ottenere il cioccolato plastico vi servirà una tavoletta di cioccolato nero di ottima qualità, un cucchiaio di acqua, un cucchiaio di miele e zucchero a velo quanto basta. Si procede così: si fonde la cioccolata a bagnomaria, si aggiungono subito dopo sia l’acqua che il miele e si mescola energicamente. Si versa il composto ottenuto su un piano di lavoro preferibilmente di marmo. E si inizia a sbattere sul piano un paio di volte in modo che si raffreddi e compatti.Continua a leggere

Torrone al cioccolato

10 dicembre 2010 di marinagalatioto
Torrone al cioccolato

Questa ricetta permette di fare un buonissimo torrone al cioccolato con le nocciole. Delizioso dolce perfetto per questa stagione. Si conserva fino a quindici giorni quindi volendo potete anche pensare di regalarlo a Natale oppure di appenderlo all’albero dopo averlo incartato perchè non si sporchi. I bambini adorano il torrone, potete anche farvi aiutare a prepararlo, ci vuole circa un’oretta e si divertiranno un sacco. Il nome torrone arriva dritto dritto dal Rinascimento quando i cuochi usavano un impasto di miele, frutta secca e albume per fare dolci a forma di torre o castello. Un ultimo suggerimento, utilizzate tegami in acciaio inossidabile per lavorare il miele e lo zucchero, ancora meglio quelle con il fondo antiaderente.Continua a leggere

Semplici dolcezze, i muffin glassati

9 dicembre 2010 di Claudia
Semplici dolcezze, i muffin glassati

Ecco dei dolcetti perfetti da preparare insieme ai bambini. Sicuramente quasi tutti i bambini sono attratti da muffin e cupcake: sono dolci piccoli e simpatici, spesso decorati, buonissimi, se ne possono mangiare un po’ alla volta perchè sono meno pesanti di fette di torta e meno farciti di crostate alla nutella ad esempio, ed ecco che con questa ricetta completiamo l’opera, preparando questi buonissimi dolcetti proprio insieme ai più piccini! Il tocco davvero speciale è dato dal gran finale, spennellare i muffin ancora tiepidi con il burro e poi ricoprirli di zucchero e cannella, e subito dopo aspettare quei 5 minuti, per fare in modo che i muffin non siano troppo caldi e possano essere addentati, sentendo in modo ancora ben distinto il sapore del burro e l’aroma della cannella, insomma, preparate la cucina ad essere sporcata un po’ di più e invitate i bambini in cucina.Continua a leggere

Dolci di natale, il pandolce genovese

9 dicembre 2010 di Ishtar
Dolci di natale, il pandolce genovese

Hanno origine dalla tradizione della cucina povera i pani dolci di natale, tra i quali va inserito il pandolce genovese. I pani dolci altro non erano inizialmente che dei semplici pani arricchiti con altri ingredienti in occasione delle feste. Poi con il passare del tempo sono diventati dei dolci a tutti gli effetti. Il pandolce per esempio contiene uvetta, pinoli, cedro candito, semi di anice ed acqua di fiori di arancio. Il pandolce essendo un dolce lievitato prevede una doppia e lunga lievitazione: la prima, quella dell’impasto ottenuto con farina acqua e lievito, dura 6 ore. Trascorso questo tempo all’impasto andranno aggiunti gli ingredienti rimanenti lavorando per bene in modo che tutti siano amalgamati perfettamente. L’impasto ottenuto andrà diviso in due, andranno formati due pani e conservati sulla placca del forno avvolti in un canovaccio e lasciati lievitare per altre 12 ore (ecco la seconda lievitazione). Continua a leggere

Biscotti di semolino, come frittelle

9 dicembre 2010 di marinagalatioto
Biscotti di semolino, come frittelle

Biscotti al semolino? perchè no, soprattutto se assomigliano alle frittelle di carnevale che ci piacciono tanto. Sono buonissimi e anche abbastanza leggeri, decorati con zucchero a velo sono amati dai bambini. Poco più grandi di noci sono l’ideale per merende e feste di compleanno, ma non solo. Gli adulti possono gustarli insieme ad un vino leggero e dolce, leggermente frizzante. Per la friggitura utilizzate l’olio […]Continua a leggere

Cheesecake
Torte Decorate
Biscotti